FANDOM


«Maltrattate questo poveretto come avete sempre maltrattato il mio popolo! Parlate di giustizia, eppure siete così crudele con chi ha più bisogno di aiuto!»
―Esmeralda a Claude Frollo

Esmeralda è la deuteragonista del film Disney del 1996, Il gobbo di Notre Dame e un personaggio di supporto nel suo sequel del 2002 Il gobbo di Notre Dame II.

È doppiata da Demi Moore e Heidi Mollenhauer nella versione inglese del film, e Mietta e Franca D'Amato nella versione italiana del film.

Versione Disney

È una zingara senza paura e scaltra con un cuore d'oro (ed è molto capace di difendersi). È anche in grado di guardare oltre le apparenze fisiche ed è una delle prime e uniche persone in entrambi i film a fare amicizia con il deforme e amabile gobbo Quasimodo. Esmeralda è una meravigliosa eroina il cui più grande desiderio è quello di vedere emarginati come Quasimodo e i suoi compagni zingari essere accettati nella società e trattati come persone. Sembra anche abbastanza spiritosa, come quando Febo la affronta per la prima volta in chiesa, lei lo sfida verbalmente.

Lei è piuttosto appassionata e chiede giustizia, e lo mostra alla Festa dei Folli, quando si alza per Quasimodo mentre la folla lo schernisce grazie agli uomini di Frollo che hanno iniziato la rivolta. Dopo la Festa canta "Dio fa qualcosa" che porta anche Quasimodo a lei. Ma prima che Quasimodo possa parlare con lei, un parrocchiano, che lo vede commettere errori, gli urla inaspettatamente, facendo cadere Quasimodo in un candelabro e torna al campanile. Esmeralda era terrorizzata e, realizzando ciò che ha fatto il parrocchiano, lo segue. Il parrocchiano tenta di fermarla e Djali non la segue, ma viene fermato dall'arcidiacono. Trova Quasimodo nel campanile e si scusa con lui per quello che è successo alla Festa.

È molto bella e attira l'attenzione di tre uomini durante il corso de Il gobbo di Notre Dame. Quasimodo è il primo a innamorarsi di lei non appena la incontra durante la Festa dei Folli. Claude Frollo ha una simpatia (piuttosto malsana) anch'egli per la zingara, e sviluppa un'ossessione perversa e contorta per lei. Accusandola di stregoneria, tenta di farla bruciare sul rogo, costringendola a scegliere lui o il fuoco, per risposta la ragazza gli sputerà in faccia. L'ultimo dei tre uomini a innamorarsi di lei è il Capitano Febo, ed è infine colui che finisce per guadagnare il suo amore ricambiato dopo che Esmeralda si rende conto che non è come gli altri uomini di Frollo.

Nel sequel, Il gobbo di Notre Dame II, Esmeralda e Febo hanno avuto un figlio insieme Zephyr.

Nel libro

Nel libro Esmerelda è molto più tragica. Lei è la figlia perduta di Paquette Chantfleurie. Fu rubata a sua madre e cresciuta dagli zingari. Fu quasi rapita da Quasimodo per ordine di Claude Frollo, ma fu salvata dal Capitano Febo. Recupera Pierre Gringoire dagli uomini d'onore "sposandolo" e si innamora di Febo. In realtà, Febo è un donnaiolo (a differenza della sua controparte cinematografica) e Febo viene pugnalato da Frollo durante un incontro con Esmeralda ed Esmeralda viene accusata, giudicata e condannata a morte per il tentato omicidio di Febo. Viene avvicinata da Frollo che afferma di amarla e si offre di salvarla se lei lo amerà. Come lei ama ancora Febo, (che lei pensa erroneamente l'ami) rifiuta. Viene salvata da Quasimodo ma catturata da Frollo che la consegna alle autorità che la impiccano.

Galleria

Per approfondire, vedi la voce Esmeralda/Gallery.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.