FANDOM


"Pensa alla cosa che hai sempre desiderato ... Ora vedila con l'occhio della mente. Poi sentila nel cuore."
- La Bestia a Belle
La bella e la bestia (The Beauty and the Beast) è un film live-action del 2017 fedele al classico della Disney La bella e la bestia, diretto da Bill Condon.

Trama

Ambientato nel primo decennio dell' XIX secolo, nel cuore dell'Alsazia, in Francia, un giovane principe arrogante vive nel lusso nella sua imponente reggia dando feste balli ed inondando di tasse impagabili alle popolazioni dei villaggi vicini, mentre a Parigi la peste uccide le persone.

A questi balli, gli invitati erano solamente gente di alta ricchezza e lui accettava sopratutto le belle persone, e non faceva partecipare chi, alla sua vista, era brutto.

Una notte d'inverno, ad uno dei balli, una vecchia gobba, brutta e bassa busso alla porta del palazzo. Il principe la invitò subito ad andarsene, ma lei, chiedendo pietà, gli offrì una bella rosa rossa in cambio di farla stare al ballo, dicendo che era l'unica cosa che poteva dargli.

Arrogantemente, il principe rise della vecchia. Allora, dopo essersi dissolta, apparse a lui una bellissima giovane donna, o meglio una maga, che per punirlo della sua arroganza e del suo egoismo, lo trasformò in un'orribile bestia, facendogli perdere tutta la sua bellezza, mentre, spaventati, gli invitati corsero via.

Dopo essere trascorsi moltissimi anni, una giovane ragazza di nome Belle, vive col padre in una casetta in un villaggio, dove lei è l'unica ad avere l'amore per i libri, oltre ad essere l'unica donna a saper leggere, ed è per questo adorata dal libraio.

Nel frattempo, un arrogante ed egocentrico, ma bell'uomo è innamorato di Belle, mentre molte altre ragazze lo amano, di nome Gaston. Fa di tutto per conquistare il cuore della ragazza, ma che non prova alcun sentimento per lui e lo rifiuta.

Un giorno il padre di Belle dovette viaggiare per andare a vendere i suoi preziosi orologi in una fiera, ma, perdendosi in un bosco, trovò una grande reggia abbandonata da anni, dove regnava l'inverno e la tristezza.

Il vecchi padre di Belle, Maurice, decise di rifugiarsi in quel palazzo per la notte, e la mattina seguente avrebbe ripreso il suo cammino. Non trovò nessuno, ma una tavola enorme tutta allestita con vari tipi di cibo, dessert e qualsiasi altra bontà che un uomo avrebbe mai voluto assaggiare. Mangiò in un po' di quelle pietanze, accompagnato da strani oggetti parlanti, tra cui un'orologio, un candelabro, una teiera ed una tazzina.

La mattina seguente, Maurice si svegliò e uscendo in giardino, vide dei bellissimi cespugli di rose e decise di coglierne una per Belle. Un'enorme bestia lo assalì dall'alto, reclamando e accusandolo di aver tentato di rubargli una rosa. Chiedendo pietà, Maurice gli raccontò che aveva una figlia e che doveva tornare a casa.

La bestia chiese la ragazza in cambio della sua libertà, e promettendogli ciò, la bestia lo fece andare via. Quando tornò, Maurice avvisò la figlia, dicendole che lui sarebbe tornato nel castello. Belle cercò di contraddirlo, volendo sacrificarsi, ma Maurice se ne andò. Dopo, Belle, volendo salvare il padre, raggiunse il castello della bestia ed intrufolatasi nelle prigioni, trovò il padre in una delle celle. Mentre il padre cercava di mandarla via, Belle cercò di liberarlo, ma la bestia fermò il tutto. Belle decise di rimanere, facendo fuggire il padre.

Mentre la ragazza rimaneva triste nella sua cella, il candelabro, Lumiére e l'orologio, Tockins, che avevano parlato con suo padre, cercarono di liberarla, con qualche contraddizione dell'orologio.

La ragazza fu mandata in una delle tante camere da letto, in compagnia di un'armadio parlante, di genere femminile, che le diede un orrendo vestito blu, rosa e giallo. Dopo aver tentato di fuggire dal palazzo usando il vestito, che le strappò, come una corda. Una tazzina, Chicco, ed una teiera, sua madre, Mrs. Bric, la accolsero servendole del tè.

La bestia invitò poi bruscamente Belle a cenare, che rifiutò, e la bestia le disse che se non avrebbe mangiato con lui, non avrebbe mangiato proprio.

La ragazza fu portata in sala pranzo però di nascosto da Lumiére. Belle fu accolta con canti e balli da tutti i piatti, i bicchieri, con tante pietanze e prelibatezze da gustare per cena, preparati dal candelabro, con disaccordo di Tockins.

Dopo, la ragazza cominciò però a diventare amica della bestia, divertendosi a giocare nella neve, e a passare il tempo a parlare di libri. La bestia decise di fare poi un regalo a Belle, che le diede un'enorme biblioteca, lasciandola libera di leggere quel che voleva.

Nel frattempo, Maurice aveva avvisato gli abitanti del villaggio che sua figlia era stata rapita da una mostruosa bestia, mentre tutti lo prendevano in giro, chiamandolo vecchio pazzo.

Belle viene a sapere però della rosa rossa, custodita nell'ala ovest del palazzo, cui era proibito entrare. Scopre che ogni petalo di rosa equivale ad ogni anno, e che tra poco era il suo anniversario di 21 anni, ossia l'anno decisivo. Se la bestia non sarebbe riuscita ad imparare ad amare entro il 21, sarebbe morta.

Dopo l'attacco al palazzo della bestia guidato da Gaston, la bestia viene ferita gravemente. Belle, dispiaciuta per la sorte della bestia, morta a causa della rosa, che era scaduto il tempo, abbraccia in lacrime il corpo della bestia, mentre Lumiére, Tockins, Chicco, Mrs. Bric, Spolverina e tutti gli altri cominciano a perdere la vita, diventando dei semplici oggetti. Belle confessa allora il suo amore per la bestia e ciò fa tornare in vita gli abitanti del castello, ma questa volta tornando ad essere umani. Tornato ad essere il bel principe di prima, ma con un cuore buono, Belle ed esso condividono un bacio di amore sincero, mentre gli oggetti tornano ad essere persone.

Il palazzo si riempe di vita un'altra volta, e il principe da un ballo dove tutti possono partecipare, per festeggiare il loro matrimonio.

Personaggi e attori

Personaggi la bella e la bestia

Personaggi principali

Personaggi Attori
Belle Emma Watson
La-bella-e-la-bestia-il-potere-di-belle-nella-nuova-featurette-del-live-action-disney
Bestia Dan Stevens
La-Bella-e-La-Bestia-7
Gaston Luke Evans
La-bella-e-la-bestia-live-action-disney-luke-evans-gaston-canzone-clip-video
Lefou Josh Gad
LeFou2-1024x458
Mrs. Bric Emma Thompson
La-bella-e-la-bestia-2017-25-curiosita-sul-film-live-action-mrs-brick-emma-thompson
Lumière Ewan McGregor
Lumiere
Chicco Nathan Mack
La-bella-e-la-bestia-differenze-classico-11 chicco
Tockins David Ogden Stiers
Tockins-0
Plumette Gugu Mbatha Raw
Plumette
Guardaroba
Guardaroba la bella e la bestia

Produzione

Nel 2009 la Walt Disney Pictures cominciò a progettare un adattamento cinematografico del musical di Broadway del 1994 La bella e la bestia, a sua volta ispirato al film d'animazione del 1991.[1] Tuttavia nel 2011 il compositore Alan Menken rivelò che i piani per una trasposizione del musical erano stati messi da parte.[2]

Nel marzo 2013 la Disney assunse Joe Ahearne per scrivere un film incentrato sul personaggio della Bestia intitolato The Beast,[3] ma il progetto venne in seguito messo da parte. Nell'aprile 2014 venne riportato che la Disney era al lavoro su un nuovo adattamento della fiaba di Jeanne-Marie Leprince de Beaumont, questa volta una versione live action de La bella e la bestia, dopo il successo avuto dai precedenti film ispirati ai classici Disney come Alice in Wonderland, Maleficent, Cenerentola e Il libro della giungla.[4] Nel giugno 2014 Bill Condon venne scelto come regista del film, scritto da Evan Spiliotopoulos.[5] Inizialmente Condon non voleva prendere ispirazione solo dal film originale, ma anche includere quasi tutte le canzoni scritte da Menken e Howard Ashman per il musical di Broadway.[6] Nel settembre 2014 venne annunciato che Stephen Chbosky avrebbe riscritto la sceneggiatura del film.[7]

Il budget del film è stato di 160 milioni di dollari.[8]

Casting

Il 26 gennaio 2015 Emma Watson annunciò che avrebbe interpretato la protagonista Belle,[9] percependo un salario base di 3 milioni di dollari più una percentuale sugli incassi.[10] Nel marzo 2015 Luke Evans e Dan Stevens entrarono in trattative per interpretare Gaston e la Bestia.[11][12] Il 13 marzo si aggiunse al cast Josh Gad nel ruolo di Le Tont, assistente di Gaston.[13] Il 16 marzo venne annunciato l'ingresso nel cast di Emma Thompson nel ruolo di Mrs. Bric e di Kevin Kline nel ruolo di Maurice, padre di Belle.[14] A fine mese Audra McDonald entrò nel cast nel ruolo di Madame Guardaroba.[15] Nell'aprile 2015 entrarono nel cast Ian McKellen come Tockins,[16] Gugu Mbatha-Raw nel ruolo di Spolverina,[17] Ewan McGregor come Lumière,[18] e Stanley Tucci nel ruolo del Maestro Cadenza, personaggio creato appositamente per il film.[19]

Riprese

Le riprese principali sono iniziate agli Shepperton Studios di Londra il 18 maggio 2015 e concluse il 21 agosto seguente.[20][21][22]

Colonna sonora

Template:Main La colonna sonora del film è composta da Alan Menken, già autore delle musiche del film d'animazione, con testi italiani adattati da Lorena Brancucci. La colonna sonora include canzoni dal film originale e nuove canzoni scritte da Menken e Tim Rice.[23] Non sono invece presenti le canzoni del musical di Broadway.[24] Ariana Grande e John Legend cantano una nuova versione di Beauty and the Beast, brano originariamente cantato da Céline Dion nel film d'animazione originale.[25] La stessa Dion interpreta invece il brano How Does a Moment Last Forever, mentre Josh Groban esegue il brano Evermore, entrambi appositamente composti da Menken e Rice per il film.[26][27]

Promozione

Il primo teaser trailer del film venne distribuito il 23 maggio 2016.[28] Il trailer ottenne 91,8 milioni di visualizzazioni nelle prime ventiquattr'ore, divenendo il trailer più visto di sempre nelle prime ventiquattr'ore, battendo il precedente record detenuto dal trailer di Star Wars: Il risveglio della Forza (88 milioni di visualizzazioni).[29] Il teaser trailer italiano venne pubblicato il 16 giugno 2016. Il primo trailer del film venne distribuito il 14 novembre 2016, anche in italiano.[30][31] Il trailer ottenne 127.6 milioni di visualizzazioni nelle prime ventiquattr'ore, stabilendo un nuovo record come trailer più visto in un solo giorno,[32] per essere battuto poche settimane dopo dal trailer di Fast & Furious 8.[33] Il trailer definitivo è stato distribuito il 30 gennaio 2017,[34] seguito poco dopo da quello in italiano.[35][36]

Distribuzione

La pellicola è stata distribuita a partire dal 16 marzo 2017 in Italia e il giorno seguente negli Stati Uniti, anche in Disney Digital 3-D, RealD 3D, e IMAX 3D.[20][31]

Controversie

Dopo l'annuncio della presenza del primo personaggio omosessuale della filmografia Disney, Le Tont, un cinema dello stato dell'Alabama, l'Henagar Drive-In Theatre, ha confermato di aver tolto dalla programmazione il film.[37] Nei cinema russi invece è stato vietato ai minori di 16 anni per via di una legge del 2013 che vieta la diffusione di "propaganda omosessuale rivolta ai bambini".[38] In Malesia la Disney aveva deciso di ritirare il film dalle sale di fronte alla censura del "momento gay" da parte dei censori del Film Censorship Board, posticipando l'uscita al 30 marzo nel caso avessero deciso di ripristinare la scena.[39] Il film viene in seguito distribuito integralmente ma con un divieto ai minori di 13 anni non accompagnati.[40] C'è stata inoltre una serie di petizioni contro il film: una su LifePetitions ha ricevuto più di 129.000 firme,[41] mentre l'American Family Association ne ha aperta una per il boicottaggio della pellicola raggiungendo oltre 50.000 firmatari.

Accoglienza

Incassi

Nel primo fine settimana di programmazione nelle sale statunitensi, il film incassa 174,7 milioni di dollari, segnando il record per il miglior esordio nel mese di marzo ed il settimo miglior esordio di sempre nel botteghino statunitense; in Italia incassa invece 6,9 milioni di Euro, mentre a livello mondiale arriva a 350 milioni di dollari.

Critica

Il film riceve il 70% delle recensioni professionali positive su Rotten Tomatoes, con un voto medio di 6.7 su 10 basato su 215 recensioni, mentre su Metacritic ottiene un punteggio di 65 su 100, basato su 47 recensioni.

Differenze rispetto al film d'animazione

  • Nel film d'animazione la bestia non sapeva leggere, ed è proprio Belle ad insegnargli e a fargli amare la lettura; qui lui sa e ama già leggere.
  • Nel film d'animazione i servitori, una volta sfiorita la rosa, sarebbero rimasti oggetti antropomorfi; qui invece diventano oggetti del tutto.
  • Nel film d'animazione, Gaston non accetta di seguire Maurice alla volta del castello, e quindi non lo lascia legato in balia dei lupi.
  • Nel film d'animazione, Le Tont pende completamente dalle labbra di Gaston; qui, invece, per quanto fedele a Gaston, non è sempre sicuro delle decisioni di quest'ultimo e alla fine si schiera contro di lui.
  • Nel film d'animazione, Gaston attacca la bestia solo con arco e frecce, e un pugnale; qui invece gli spara più volte.
  • Nel film d'animazione mancano gli altri figli di mrs. Bric (oltre a Chicco), mentre è stato inserito il personaggio di mr. Bric.
  • Nel film d'animazione, la maga compare solo nella scena iniziale e non viene specificato il suo nome, mentre qui il suo personaggio ha un peso ben maggior e si chiama Agata.
  • Alcuni personaggi hanno avuto delle modifiche di aspetto, come il bibliotecario che nel film d'animazione era anziano e con la pelle bianca e qui invece è un sacerdote, molto più giovane e con la pelle scura, oppure mrs. Bric che qua non è più "voluminosa" come nel film d'animazione e non ha più bocca, naso e occhi nel lato del beccuccio, oppure Spolverina, che nel film d'animazione aveva un aspetto abbastanza antropomorfo, mentre qui ha l'aspetto di un pavone.

Curiosità

  • Lo studio riteneva che un nuovo adattamento della fiaba incentrata su una fanciulla gentile e il suo rude Principe avrebbe potuto incantare il pubblico ancora una volta, ma quando la Disney presentò l’idea al regista Bill Condon, lui inizialmente rifiutò di realizzare il remake di un film già perfetto. «Credo che il lungometraggio animato del 1991 sia perfetto» affermò Condon. «All’epoca della sua uscita fu un film davvero innovativo, sia per il modo in cui la storia veniva raccontata sia per l’incredibile colonna sonora firmata da Alan Menken e Howard Ashman, dunque inizialmente non volevo avere nulla a che fare con questa rivisitazione».
  • Per dare spessore alle scene inedite che parlano del passato dei personaggi, la storia è arricchita da nuove canzoni scritte dal compositore vincitore di otto premi OscarAlan Menken (La Sirenetta, Aladdin, Pocahontas) e dall’esperto paroliere vincitore di tre premi Oscar Tim Rice (Il Re Leone, Evita).
  • Gli sceneggiatori hanno fornito a Gaston alcune nuove caratteristiche per renderlo più attuale e credibile, trasformandolo in un eroe di guerra che ha salvato il paesino dagli invasori e che perde le staffe facilmente. «È molto irascibile e perde facilmente il controllo se provocato» ha spiegato il regista Bill Condon. «In questo modo abbiamo trasformato una caratteristica caricaturale in qualcosa di realistico».
  • Anche il personaggio di LeTont, che nel film d’animazione era protagonista di numerosi momenti comici, è stato reso più stratificato. «Nel film originale era una specie di sacco da boxe, che veniva picchiato continuamente» ha affermato Condon. «Ma non poteva funzionare in un film dal vivo. Penso che siamo riusciti a trovare il giusto equilibrio». LeTont è infatti il primo personaggio apertamente omosessuale in un film Disney, ma il tutto è stato realizzato con molta delicatezza e attenzione tanto che nessuna persona, per quanto sensibile, rimane turbata da questa scelta.
  • LeTont è interpretato in originale da Josh Gad, già voce di Olaf in Frozen - Il regno di ghiaccio.
  • Nel film d’animazione il personaggio di Maurice, il padre di Belle, era un eccentrico inventore, ma in questa versione è un artista specializzato nella costruzione di bellissimi carillon, che agli occhi di Belle rappresentano il mondo oltre i confini di Villeneuve mentre per Maurice sono un modo per ricordare un momento perfetto della sua vita, che ha avuto fine troppo presto. 
  • Emma Thompson ha raccolto l'eredita di Angela Lansbury per il personaggio di Mrs Bric. Per una curiosa coincidenza, la Thompson è arrivata sul set del film La Bella e la Bestia subito dopo aver interpretato il ruolo di Mrs. Lovett in un trionfale allestimento teatrale di Sweeney Todd rappresentato a Londra: nel 1979, la Lansbury fu la prima attrice a interpretare questo ruolo a Broadway.
  • Nel film live action ha trovato posto anche un nuovo personaggio, che non esisteva nel classico animato. Si tratta del Maestro che si esibisce al castello insieme ala sua diva mentre la maga lancia l'incantesimo sul principe, sul castello e su tutta la servitù. A interpretare il Maestro Cadenza, trasformato in clavicembalo, è in originale Stanley Tucci.
  • Sebbene il lavoro di ogni dipartimento sia stato parzialmente influenzato dal film d’animazione del 1991, le scenografie, gli oggetti di scena, i costumi, le acconciature e il trucco sono un’accurata riproduzione di quanto esisteva nella Francia del XVIII secolo.
  • Il candelabro Lumière (Ewan McGregor) è uno dei pochi oggetti del castello in grado di diventare un personaggio semovente dotato di braccia, gambe e mani, e i filmmaker hanno cercato di infondere in lui la personalità di McGregor. L’attore ha interpretato i movimenti di Lumière e ha eseguito personalmente anche le scene di ballo grazie alla performance capture. «Lumière è stato difficile da progettare: volevamo che si muovesse il più possibile, ma era pur sempre un candelabro dorato» ha affermato il produttore degli effetti visivi Steve Gaub. «Dopo aver realizzato un modello computerizzato che è stato approvato da tutti, abbiamo costruito Lumière grazie a un processo chiamato ‘rapid prototyping’ che è in grado di trasformare un modellino computerizzato 3D in un vero e proprio oggetto in resina poliestere».
  • Il film live action scava più in profondità nel passato dei personaggi offrendo al pubblico uno sguardo sulla vita del Principe prima che diventasse la Bestia, spiegando le motivazioni che l’hanno trasformato in un uomo meritevole di essere vittima di un maleficio. Approfondisce inoltre la vita di Belle prima dell’arrivo al castello della Bestia e aiuta a capire i punti in comune tra questi due personaggi mettendo in luce la loro essenza.
  • Più di 1000 persone hanno lavorato 24 ore su 24 per costruire e decorare i colossali set, regalando al film un’incredibile quantità di opere artigianali.
  • Il paesino immaginario di Villeneuve, in cui vivono Belle e suo padre, è stato costruito nell’ area esterna degli Shepperton: si trattava del set più grande del film (2674 m²). Sarah Greenwood e il suo team si sono ispirati al villaggio di Conque, nel sud della Francia. Il set del paesino, il cui nome è ispirato all’ autrice della fiaba originale Gabrielle-Suzanne Barbot de Villeneuve, comprendeva la casa di Belle, una scuola, un negozio di vestiti, una taverna, una chiesa e la piazza del villaggio.
  • Per l’epico numero d’apertura ambientato a Villeneuve, sono state utilizzate più di 150 comparse, centinaia di animali, 28 carretti e innumerevoli oggetti di scena, ognuno dei quali era dotato di un’incredibile quantità di dettagli.
  • Gli scenografi hanno trascorso diversi mesi a studiare l’architettura e il design d’interni del XVIII secolo per creare il castello del Principe/Bestia. Alla fine hanno utilizzato una combinazione di vari stili architettonici, ispirandosi principalmente al Rococò francese, uno stile utilizzato prevalentemente in Francia nella prima metà del 1700 per diverse strutture famose come per esempio il Palazzo di Versailles.
  • La sala da ballo del castello è un’altra scenografia colossale. Il pavimento è stato realizzato con 1114 m² di finto marmo e il suo design è ispirato a un motivo presente sul soffitto dell’abbazia benedettina di Braunau, in Germania.
  • La scenografia della sala da ballo del castello comprende inoltre dieci lampadari di vetro – ognuno dei quali misura quattro metri per due – realizzati sulla base di alcuni lampadari di Versailles e successivamente satinati, ricoperti di tessuto e accesi con delle candele.
  • Il design della biblioteca del castello è basato su quello di una celebre biblioteca che si trova in Portogallo. Il pavimento è stato realizzato con 185 m² di finto marmo e la scenografia comprende migliaia di libri creati appositamente per il film.
  • La foresta incantata che circonda il castello della Bestia è stata costruita nello studio H, che con i suoi 891 m² è il teatro di posa più grande degli Shepperton. Ci sono volute circa 15 settimane per completare la foresta, che comprende veri alberi e siepi, un lago ghiacciato, una serie di cancelli ghiacciati alti otto metri e circa 20.000 ghiaccioli.
  • Al fine di far integrare al meglio i personaggi generati al computer all’interno dei set, il reparto scenografia ha costruito una versione realmente esistente e perfettamente dettagliata di ogni oggetto, da una bellissima teiera dipinta a mano a un candeliere rococò in oro massiccio, basandosi anche sui personaggi del lungometraggio d’animazione originale. Sono state realizzate molteplici copie di ciascun oggetto, così come delle versioni di gomma per le scene d’azione: una volta che Condon e il team degli effetti visivi hanno approvato l’aspetto e le dimensioni di ciascun oggetto, essi sono stati posizionati sul set e filmati insieme agli attori che interpretavano i personaggi in carne e ossa durante le riprese principali.
  • Ideare dei costumi che fossero adatti a un mondo fiabesco era un compito arduo, ma la costume designer Jacqueline Durran ha dato il meglio di sé. Il suo dipartimento, che era composto da ricamatori, cappellai, gioiellieri, pittori e artisti tessili, ha iniziato a lavorare circa tre mesi prima dell’inizio delle riprese principali. L’intento era inoltre di ideare e realizzare costumi ecosostenibili preparati con tessuti provenienti dal commercio equo e solidale (ossia materiali organici acquistati da fornitori che pagano i propri impiegati con un giusto stipendio) e ci sono riusciti. Lavorando insieme a Eco Age e Green Carpet Challenge, il team ha utilizzato tinte naturali e a basso impatto ambientale (facendo ben attenzione a smaltire l’acqua utilizzata per le tinte), usando blocchi di legno per stampare le fantasie sugli abiti.
  • La costume designer Jacqueline Durran ha ideato personalmente tutti i costumi, dagli abiti degli abitanti del villaggio alle elaborate gonne da ballo indossate dalle 35 debuttanti al ballo del Principe.
  • L'abito giallo da sera di Belle è stato creato con molteplici strati di organza di seta tinta di giallo (54 metri in totale), che è stata tagliata in una forma circolare e ha richiesto oltre 914 metri di fili. I due strati superiori sono stati decorati con una filigrana di foglie d’oro in un motivo che corrisponde al pavimento Rococò della sala da ballo e poi arricchiti con 2160 cristalli Swarovski. Sono state realizzate molteplici copie dell’abito, che ha richiesto più di 12.000 ore di preparazione. Per permettere a Emma Watson di muoversi liberamente, il vestito non ha né un corsetto né una gabbia per la gonna, dal momento che in questo film Belle è più attiva rispetto al classico d’animazione.
  • In un appropriato tributo al tema dell’emancipazione femminile presente nella storia, ogni reparto addetto al design del film era capeggiato da donne, molte delle quali sono collaboratrici abituali del regista Bill Condon, come la production designer candidata a quattro premi Oscar Sarah Greenwood (Hanna, Espiazione), la montatrice Virginia Katz, ACE (Dreamgirls, Burlesque), la costume designer vincitrice dell’Oscar Jacqueline Durran (Macbeth, Anna Karenina), la set decorator candidata a quattro Oscar Katie Spencer (Sherlock Holmes, Orgoglio e Pregiudizio), la make-up e hair designer premiata con l’Oscar Jenny Shircore (Elizabeth, Il Solista) e la direttrice del casting Lucy Bevan (Alice Attraverso lo Specchio, Cenerentola).
  • Per creare una Bestia fotorealistica all’interno di un mondo reale, mantenendo al tempo stesso l’espressività interpretativa di Dan Stevens, i filmmaker hanno utilizzato una combinazione di performance capture e MOVA facial capture. Per le riprese delle sequenze in cui la Bestia interagisce con i personaggi in carne e ossa, Stevens ha recitato insieme agli altri membri del cast indossando dei trampoli, una tuta prostetica con muscoli finti e una calzamaglia grigia per la performance capture. Per le sequenze in cui la Bestia condivide la scena con gli oggetti animati del castello, Stevens ha indossato invece una calzamaglia frattale grigia con degli indicatori per gli effetti visivi.
  • Le musiche del film d’animazione sono perfette, per questo motivo i filmmaker hanno deciso fin da subito di mantenere tutti i numeri musicali originali all’interno del film. La colonna sonora del musical di Broadway è altrettanto brillante: a Condon sarebbe piaciuto includere alcune delle canzoni scritte per il musical nel film, ma quei brani sono stati scritti per il palcoscenico e dunque hanno un formato teatrale, non cinematografico. Nella versione italiana del film invece le canzoni, tranne quella del ballo, sono state tutte stravolte nei testi, scelta che ha sollevato una marea di critiche.

Riferimenti

  1. Template:Cita web
  2. Template:Cita web
  3. Template:Cita web
  4. Template:Cita web
  5. Template:Cita web
  6. Template:Cita web
  7. Template:Cita web
  8. Template:Cita web
  9. Template:Cita web
  10. Template:Cita web
  11. Template:Cita web
  12. Template:Cita web
  13. Template:Cita web
  14. Template:Cita web
  15. Template:Cita web
  16. Template:Cita web
  17. Template:Cita web
  18. Template:Cita web
  19. Template:Cita web
  20. 20,0 20,1 Template:Cita web
  21. Template:Cita web
  22. Template:Cita web
  23. Template:Cita web
  24. Template:Cita web
  25. Template:Cita web
  26. Template:Cita web
  27. Template:Cita web
  28. Template:Cita web
  29. Template:Cita web
  30. Template:Cita web
  31. 31,0 31,1 Template:Cita web
  32. Template:Cita web
  33. Template:Cita web
  34. Template:YouTube
  35. Template:Cita web
  36. Template:YouTube
  37. Template:Cita web
  38. Template:Cita web
  39. (EN) Mia Galuppo. «Disney Defies Malaysia Censors, Won't Cut 'Beauty and the Beast' Gay Moment», The Hollywood Reporter, 15 marzo 2017. URL consultato in data 16 marzo 2017.
  40. (EN) Patrick Brzeski. «Malaysia Clears Release of 'Beauty and the Beast,' With "Gay Moment" Intact», The Hollywood Reporter, 21 marzo 2017. URL consultato in data 22 marzo 2017.
  41. (EN) LifeSiteNews.com. «SIGN THE BOYCOTT: Tell Disney 'NO' to LGBT agenda in Beauty and the Beast - #BoycottDisney», LifeSiteNews.com. URL consultato in data 22 marzo 2017.
v - m - d
La bella e la bestia logo
Media
Film: La bella e la bestia (1991)La bella e la bestia - Un magico NataleIl mondo incantato di BelleLa bella e la bestia (2017)
Televisione: House of Mouse - Il Topoclub C'era una volta Sofia la principessa
Videogiochi: La bella e la bestiaDisney InfinityKingdom Hearts Disney Magiche StorieDisney Emoji Blitz Disney Crossy RoadDisney Heroes: Battle Mode
Musica: Colonna sonora 1991Colonna sonora 2017
Personaggi
Originali: BelleBestiaLumièreTockinsMrs. Bric Chicco Chef BoucheAbitantiMauricePhilippeGaston LeTont BimbettesSultano Guardaroba Spolverina IncantatriceMonsieur D'Arque LupiCarillonAppendiabitiLibraio
Un magico Natale: AngeliqueForteFife
Il mondo incantato di Belle: DizioRismaLaPenCandelora
Eliminati: ClariceMargueriteSorelle di BelleMadre di Belle
Remake: CadenzaJean Bric Re Regina
Canzoni
Originali: PrologoIl racconto di BelleGastonStia con noiUno sguardo d’amoreRitornare umanoLa bella e la bestiaAttacco al castello
Un magico Natale: Sulle ali dell'immaginazioneCi sarà sempre il NataleNon devi innamorartiA ciascuno il suo mestiere
Il mondo incantato di Belle: Parliamo con il cuoreUn po' d'amore
Remake: Una notte di pura magiaL'amore duraQuei giorni passatiPer sempre
Luoghi
Castello della BestiaLibreriaCasetta di BelleVillaggioSala da balloForesta NeraTavernaAla EstStanza di Belle
Oggetti
Rosa IncantataSpecchio IncantatoMacchina di Maurice

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.

Alcuni dei link qui sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto.

Stream the best stories.

Alcuni dei link qui sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto.

Get Disney+