FANDOM


«Tutto sta procedendo come ho previsto.»
―Imperatore Palpatine

L'imperatore Sheev Palpatine (noto anche come Darth Sidious) è il principale antagonista della saga originale di Star Wars.

Fu il Cancelliere Supremo della Repubblica Galattica, e in seguito divenne l'Imperatore dell'Impero Galattico dopo la distruzione dei Jedi, finché fu ucciso dal suo apprendista redento, Anakin Skywalker/Darth Vader, quando tentò di uccidere il figlio di quest'ultimo, Luke Skywalker.

Background

Personalità

All'inizio, Palpatine sembrava essere un politico amabile e un individuo innocuo ma ben intenzionato. Questa era una veste usata per ingannare quelli del Senato Galattico che aveva le migliori intenzioni per la galassia.

Tuttavia, in verità, Palpatine era in realtà uno stratega ambizioso, assetato di potere e machiavellico; desiderava il potere assoluto e escludeva la convinzione illusa di essere al di sopra di ogni altra cosa. Nonostante la sua arroganza, era estremamente intelligente, paziente, astuto e manipolatore. Talvolta era noto che Palpatine era anche traditore, poiché uccideva i suoi alleati o li uccideva, poiché non desiderava condividere il suo potere con nessuno.

Dopo che Palpatine aveva in seguito ottenuto il pieno controllo della Repubblica Galattica e l'aveva trasformata nell'Impero Galattico , abbandonò la sua personalità pubblica; divenne quindi un sovrano tirannico, nonostante ciò, non rivelò mai che era l'Oscuro Signore dei Sith per il pubblico; come solo i suoi seguaci più fidati erano a conoscenza della sua identità Sith. Alcuni dei suoi comandanti, come Wilhuff Tarkin , sospettavano anche che fosse un Sith, ma non erano in grado di dimostrarlo.

Palpatine era l'unico Maestro Sith / Oscuro Signore dei Sith nella storia della galassia per raggiungere il fine ultimo dell'Ordine dei Sith ; per sradicare l' ordine Jedi e portare la galassia sotto il dominio dei Sith.

Anche Palpatine desiderava fortemente diventare immortale; il suo padrone aveva una volta avuto la capacità di impedire agli altri di morire usando il potere del lato oscuro della Forza. Palpatine imparò questa stessa abilità e desiderava usare un potere simile, se ne esistesse uno, per aumentare la sua durata di vita in modo da poter governare la galassia per sempre, con uno di questi schemi che comporta la creazione di un virus creato dalla Forza, chiamato Progetto: Blackwing. Tuttavia le ricerche di Palpatine per tali segreti dei Sith erano in definitiva infruttuose (poiché il virus Blackwing trasformava i suoi ospiti in zombi non morti e dovevano essere sradicati), e non trovò mai un modo per diventare immortale. Nonostante il suo desiderio di immortalità, tuttavia, non era al di sopra del gioco d'azzardo della propria vita per assicurarsi di aver trasformato qualcuno nel Lato Oscuro. Ciò è stato particolarmente evidente con Anakin Skywalker, dove ha casualmente chiesto se Anakin lo avrebbe ucciso e poi ha continuato a dire che lo avrebbe attirato verso il lato oscuro, e in seguito con suo figlio Luke Skywalker, dove lo ha ripetutamente incitato cercando di ucciderlo, così si rivolgerebbe al lato oscuro. In una nota correlata, poco prima del suo duello con Yoda e affermando che quest'ultimo non avrebbe fermato i suoi piani a causa di Vader, espresse anche un certo entusiasmo per il potenziale di Vader che diventava molto più forte di se stesso.

Come la maggior parte dei praticanti del lato oscuro della Forza, Palpatine era suscettibile alla paura fino al punto di essere paranoico. Questa paranoia era estesa al punto in cui temeva il potere di altri utenti della Forza, e li aveva cacciati e uccisi o trasformati dalla sua parte come servi fedeli. Tuttavia, la sua paranoia non fu mai estesa al punto da essere vigliacca; sentiva poca paura perché non aveva paura di entrare in scontri diretti con avversari eccezionalmente potenti come Mace Windu e Yoda , e in alcuni casi giocava la sua vita per la prospettiva di trasformare gli utenti della Forza eccezionalmente potenti nel Lato Oscuro. La paura alla fine si rivelò essere la debolezza di Palpatine che lo spinse a tracciare e ad elaborare costantemente schemi contro i suoi nemici, che alla fine portarono alla creazione inaspettata dell'Alleanza Ribelle e all'eventuale caduta del suo Impero.

Durante il periodo dell'Impero Galattico (prima della sua caduta), Palpatine non perdonava molto, come avrebbe ucciso i suoi alleati o subordinati, per averlo fallito anche una volta (con l'eccezione di Vader) poiché non aveva tolleranza per il fallimento; mentre il suo ex apprendista era in grado di tollerare il fallimento in una certa misura; Vader una volta dichiarò che Palpatine non era tanto permissivo quanto lui.

Nonostante la sua natura malvagia, Palpatine era un noto mecenate delle arti; questo è stato evidenziato nell'artigianato delle sue spade laser, e nelle molte statue e sculture presenti nel suo ufficio durante il suo periodo come cancelliere. Tuttavia, abbandonò la maggior parte del suo amore per le arti quando divenne Imperatore in favore dell'espansione del suo potere.

Ad un certo punto dell'intervista, l'attore di Palpatine, Ian McDiarmid, sosteneva che Palpatine era "ancora più malvagio di Satana"; in altre parole era pura malvagità.

Nonostante i suoi successi - o forse a causa loro, Palpatine era arrogante al punto da sottovalutare occasionalmente i suoi avversari - come l'Alleanza Ribelle. Non prestò attenzione alla forza e alla determinazione della Ribellione, principalmente a causa del numero esiguo di utenti della Forza nel loro gruppo; come Ahsoka Tano, Kanan Jarrus, Ezra Bridger e Luke Skywalker. Come Yoda, anche lui credeva che una volta che un individuo cadesse nel lato Oscuro, non avrebbero mai potuto essere influenzati per tornare al lato Luce - questo era evidente nel suo fallimento nel percepire la forza/l'amore che Anakin aveva per la sua famiglia e l'effetto che il suo il figlio avrebbe avuto su di lui. Questa arroganza e la mancanza di intuizione di lui alla fine portarono alla rovina e alla morte di Palpatine per mano del redento Anakin Skywalker/Darth Vader; quando ha tentato di uccidere il figlio di Anakin, Luke.

Poteri e abilità

Poteri

  • La Forza: nonostante la sua vecchiaia, Palpatine era immensamente potente e aveva una connessione incredibilmente forte con la Forza. Sebbene non fosse abbastanza potente come Anakin Skywalker / Darth Vader e Luke Skywalker rispettivamente; alle vette dei due ultimi, Palpatine era ancora uno dei più potenti utenti della Forza nella storia della galassia; in effetti, era il Sith più potente che fosse mai esistito, dichiarato da Maul come l'uomo più potente della galassia. Il potenziale della forza di Palpatine era rivaleggiato solo da Yoda al suo apice. Le abilità di Palpatine con il lato oscuro della Forza erano anche tali che non aveva quasi mai bisogno di fare affidamento sulle sue spade laser, e in genere si credeva sopra usando queste armi. Oltre a ciò, Palpatine riteneva che la fonte del suo potere esistesse all'interno delle regioni sconosciute della galassia e desiderava trovarla.
    • Telecinesi: Palpatine era molto abile nella telecinesi, usandolo come attacco offensivo o semplicemente come mezzo per mostrare il suo potere, il secondo era più diffuso quando usava la capacità di rimuovere i raccoglitori di Luke Skywalker a bordo della seconda Morte Nera mentre sollevava a malapena un dito.
      • Spinta della Forza: Palpatine ha utilizzato Spinta della Forza per inviare i suoi avversari a volare in aria, causandoli gravi infortuni o rendendoli temporaneamente inoffensivi / buttandoli in stato di incoscienza.
      • Forza di Trazione: Palpatine ha utilizzato Forza di Trazione per tirare i suoi avversari o oggetti verso di lui.
      • Soffocamento della Forza: come Darth Vader, Palpatine ha utilizzato Soffocamento della Forza per indebolire, uccidere o intimidire i suoi avversari.
      • Lancio della Forza: Palpatine ha utilizzato Lancio della Forza per far sì che gli oggetti, e persino gli individui, vengano lanciati verso un bersaglio a una velocità sorprendente.
    • Trucco della mente: Palpatine ha utilizzato Trucco della mente per controllare la mente di altri esseri senzienti, tuttavia, non ha funzionato su individui che hanno una volontà molto forte.
    • Visione della Forza: Palpatine ha utilizzato Visione della Forza, per avere visioni del passato, del presente e del futuro; tuttavia, come tutti gli utenti della Forza, le sue visioni non erano sempre chiare o talvolta hanno visioni anche quando non utilizzava questo potere a volontà.
    • Senso di forza: Palpatine ha utilizzato il Senso della Forza per percepire le emozioni di un altro essere senziente, il futuro, le increspature nella Forza causate da eventi importanti o traumatici, il pericolo imminente e la presenza del lato Luce. Tuttavia, in Return of the Jedi , per ragioni sconosciute, non fu in grado di percepire la presenza di Luke Skywalker, che era su Endor, a differenza di Darth Vader, che fu in grado di percepire facilmente la presenza di suo figlio.
    • Fulmini della Forza: Palpatine era un maestro di Fulmini della Forza, che usava per torturare o uccidere i suoi avversari, rendendolo la sua mossa preferita.
    • Salto di forza : Palpatine ha utilizzato Salto di forza per saltare o saltare a grandi distanze.
    • Velocità della forza: Palpatine ha utilizzato Velocità della forza per muoversi a velocità sorprendenti.

Abilità

  • Abilità della spada laser: nonostante il suo aspetto fragile e la vecchiaia, Palpatine era incredibilmente abile nel combattimento con la spada laser e un duellante estremamente dotato. Era uno dei più grandi duellanti della spada laser nella storia della galassia. In effetti, l'unica persona conosciuta per aver sconfitto Palpatine nel combattimento con spada laser era Mace Windu (comunque, in realtà, lanciò il combattimento per corrompere ulteriormente Anakin Skywalker nell'uccisione di Mace, cosa a cui riuscì, anche se Anakin divenne indirettamente responsabile di Mace morte, come avrebbe potuto sconfiggere o uccidere l'arrogante Maestro Jedi in qualsiasi momento che voleva). Palpatine era uno dei pochi individui conosciuti in grado di combattere Yoda come un pari. Le sue abilità di spade laser erano tali che aveva padroneggiato tutte le forme di combattimento con spada laser e poteva passare da una forma di combattimento a un'altra in modo fluido e senza sforzo. La tecnica e lo stile di combattimento di Palpatine erano una combinazione di aggressività brutale e precisione letale, che lo rendevano un avversario quasi inarrestabile. Ironia della sorte, nonostante le magistrali abilità di duello di Palpatine, era abbastanza sdegnoso nel combattere la spada laser in generale, credendo che i Sith fossero cresciuti oltre il bisogno di spade laser. Raramente usava le sue spade laser a meno che non fosse assolutamente necessario poiché lo identificano immediatamente come Sith. Tuttavia, ha continuato a portare le armi, come un modo di deridere i Jedi.
    • Forma I: Palpatine era altamente qualificato a Shii Cho.
    • Forma II: Palpatine altamente specializzato in Makashi.
    • Modulo III: Palpatine era altamente qualificato a Soresu.
    • Modulo IV: Palpatine era altamente qualificato ad Ataru.
    • Modulo V: Palpatine era altamente qualificato in Shien/Djem So.
    • Modulo VI: Palpatine era altamente qualificato a Niman.
    • Modulo VII: Palpatine era estremamente esperto in Juyo/Vaapad.
    • Jar'Kai: Palpatine era un maestro di Jar'Kai.
    • Intelletto di livello Geniale/Maestro tattico/Leader/Manipolatore: Palpatine era incredibilmente intelligente e saggio; la sua intelligenza e saggezza erano rivaleggiate rispettivamente da Yoda, Anakin Skywalker/Darth Vader e Luke Skywalker. Come leader dell'Ordine dei Sith , era un tattico molto abile e un leader molto capace. Era molto manipolativo, poiché era in grado di manipolare facilmente le persone direttamente o indirettamente per raggiungere i suoi obiettivi. Palpatine riuscì persino a manipolare e ingannare Anakin, un genio a tutti gli effetti, a diventare il suo apprendista e farlo rivoltare contro l'Ordine Jedi.

Armi e equipaggiamenti

Spade laser

Le preziose armi e possedimenti di Palpatine erano le sue due spade laser dalla lama rossa, le cui impugnature erano intarsiate di metallo Electrum color oro e fatte di lega Phrik, che le rendeva indistruttibili, anche per le altre spade laser. Le armi portavano la stessa apparenza l'una all'altra, a meno che uno non fosse rivestito in una lega nera sconosciuta. Essendo un mecenate delle arti, le spade laser erano elegantemente lavorate con l'abilità di un artigiano e erano abbastanza piccole da poter essere facilmente nascoste nelle sue maniche. Mentre era in carica come Cancelliere supremo, Palpatine teneva sempre una delle sue spade laser nascosta all'interno di una statua di neuranio sulla sua scrivania nel suo ufficio in caso di emergenza. Entrambe le spade laser furono utilizzate insieme una volta nel suo duello su Mandalore contro il suo ex apprendista, Darth Maul, e il fratello di Maul, Savage Oppress. Anche se l'origine delle sue spade laser è sconosciuta, Palpatine probabilmente uccise due jedi e corruppe i cristalli Kyber all'interno delle loro spade laser con il lato oscuro della Forza per creare le sue armi a firma, come era implicito in Darth Vader # 1: The Chosen One Part I, di Marvel Comics.

  • Prima spada laser: Palpatine costruì la sua prima spada laser a lama rossa durante il suo apprendistato sotto Darth Plagueis. Rimarrebbe in suo possesso fino alla sua morte, ma non si sa cosa gli sia successo dopo la morte di Palpatine.
  • Seconda spada laser: ad un certo punto Palpatine aveva costruito una seconda spada laser a lama rossa. Rimarrebbe in suo possesso fino al suo duello contro Mace Windu, quando fu cacciata dalla finestra dell'ufficio di Palpatine.

Apparenze cinematografiche

La minaccia Fantasma

Sidious 1

Il senatore Palpatine con la regina Amidala.

Nella trilogia del prequel, Palpatine è un politico di mezza età della Repubblica che sale al potere attraverso l'inganno e il tradimento. Esternamente, si comporta come un servitore pubblico benintenzionato e fedele e sostenitore della democrazia, eppure al di sotto del suo affabile personaggio pubblico si annida la sua vera identità; Darth Sidious, l'Oscuro Signore dei Sith. Egli orchestra l'invasione di Naboo attraverso i pegni Viceroy Nute Gunray e l'assistente di Gunray, Rune Haako della Federazione dei Mercanti. Quando Qui-Gon Jinn e Obi-Wan Kenobi arrivano sulla nave di Gunray per negoziare, Palpatine ordina la loro morte, sebbene Gunray non riesca a ucciderli. Dopo che la regina Amidala fugge dall'invasione, Darth Sidious invia Darth Maul , il suo apprendista, per sbarazzarsi degli Jedi. Fingendo di aiutare ad affrontare l'invasione come Palpatine, convince il Senato a fargli diventare il nuovo Cancelliere al posto del Cancelliere Valorum convincendo Amidala a muoversi per un voto di sfiducia in Valorum. Poco dopo, apprende i piani della regina Amidala di tornare a Naboo e liberare il loro popolo, e spedisce ancora una volta Maul per unirsi alla battaglia successiva. Il piano di Amidala è rischioso, ma alla fine riesce. Gunray viene catturato, l'esercito di droidi viene immobilizzato e Darth Maul viene ucciso. I piani di Darth Sidious di subentrare a Naboo hanno fallito per il momento. Viene visto per l'ultima volta ad Anakin Skywalker, che ha appena distrutto la Droid Control Ship.

Attacco dei cloni

Come Cancelliere della Repubblica, Palpatine continua nella sua forma. Per sostituire Darth Maul, Sidious inizia ad addestrare il Conte Dooku , un uomo che era un Jedi ma si rivolse al Lato Oscuro, lo soprannominò Darth Tyrannus. Come Palpatine, istituisce misure di sicurezza per contrastare i mercenari che tentano di assassinare il senatore Amidala, mentendo anche a Yoda che teme il pensiero di una guerra imminente (in realtà, lo anticipa). Convince anche Jar Jar Binks a proporre che il Senato gli conceda poteri di emergenza, permettendogli di convocare l'esercito di cloni. Con questo nuovo potere, inizia la battaglia di Geonosis e in seguito le Guerre dei Cloni. Dopo la suddetta battaglia, Dooku lo informa che la guerra è iniziata come previsto, e anche se hanno perso, è stato solo il primo passo in una partita più grande. Durante la guerra, continua a organizzare diversi eventi a suo vantaggio. La guerra va avanti per tre anni.

La vendetta dei Sith

Al culmine delle Guerre dei Cloni, Palpatine simula il rapimento per testare Anakin. Sperando di salvare chi pensava fosse il cancelliere Palpatine, Anakin e Obi-Wan ingaggiano Dooku in combattimento. Sebbene stia mettendo fuori Obi-Wan, Dooku è presto alla mercé di Anakin. Il Jedi è pronto a ucciderlo a sangue freddo, per gentile concessione di Palpatine.

Starwars3-movie-screencaps.com-9128

Palpatine ora dichiara tutti i Jedi nemici della Repubblica.

Dopo qualche ulteriore tensione, Obi-Wan e Anakin lo riportano a casa sano e salvo. Poco dopo, i Separatisti si sono trasferiti a Mustafar attraverso il Generale Grievous. Poi apprende della paura di Anakin per sua moglie e suona mentendo che il Lato Oscuro può salvarle la vita. Da lì, soffia deliberatamente la sua copertura, sapendo che Anakin lo segnalerà. Sempre devoto ai Jedi, Anakin dice a Mace Windu della doppia identità di Palpatine come Darth Sidious, e Mace guida una squadra d'assalto composta da quattro Maestri Jedi per fermarlo. Tuttavia, Palpatine sospetta il loro arrivo ed è pronto a combattere. Abbassa i tre Jedi Mace portati, ma deve tornare a Force Lightning, così come l'aiuto di Anakin, per uccidere Mace. Dopo il combattimento, Palpatine invita Anakin a unirsi a lui, e Anakin si impegna nelle vie dei Sith. Quindi convince Anakin che i Jedi stanno complottando per conquistare la Repubblica, e lo manda per eliminare gli Jedi nel loro quartier generale, il Tempio Jedi. Per prendersi cura degli altri che combattono contro l'esercito dei Droidi, Palpatine avvia l'Ordine 66 ai soldati cloni; questo alla fine distrugge la maggior parte dei Cavalieri Jedi e della Repubblica. Con Darth Vader che sta per uccidere i Separatisti, Palpatine inaugura ufficialmente l'Impero Galattico, un brutale regime autoritario, in uno speciale incontro del Senato con fragoroso applauso.

Va dai suoi alloggi privati ​​al piano di sotto per controllare Vader via ologramma, ma viene poi affrontato da Yoda, che è sopravvissuta alla purga dei Jedi. Mentre il duello si sposta nella camera del Senato, Palpatine usa sia la sua spada laser sia il fulmine della Forza contro Yoda, che alla fine è costretto a ritirarsi. Inizia la ricerca di Yoda, ma si gira quando sente che Darth Vader è in pericolo mortale. Vola a Mustafar in persona per salvarlo e lo ricostruisce in una tuta di salvataggio su Coruscant. Per sigillare la sua vittoria su Vader, Palpatine gli dice che ha ucciso Padme con rabbia, poiché era già morta. Nessuno dei due sapeva di aver dato alla luce due gemelli prima di morire. È stato visto per l'ultima volta affacciato sulla costruzione della Morte Nera .

Ian McDiarmid ha accennato alla possibilità di riprendere il ruolo della trilogia sequel.

L'impero colpisce ancora

Palpatine1-TESB

"C'è un grande turbamento nella Forza".

Palpatine è apparso per la prima volta nel ruolo del soprannominato Imperatore dell'Impero Galattico nel film del 1980 L'impero colpisce ancora ed è stato doppiato da Clive Revill (più tardi interpretato da Ian McDiarmid nelle successive versioni della Special Edition). Nel film contatta Darth Vader tramite comunicazione olografica e gli parla di un "grande Disturbo nella Forza", e lo avverte che Luke Skywalker (" la progenie di Anakin Skywalker ") sta diventando una minaccia e potrebbe eventualmente distruggerli. Vader insiste che è solo un ragazzo e il suo mentore, Obi-Wan Kenobi, non può più aiutarlo (né sapere che Yoda ha sostituito Obi-Wan come insegnante di Luke), ma Palpatine insiste che Luke è ancora forte con la Forza. Ma Vader convince l'imperatore che Luke sarebbe una risorsa perfetta se potesse essere convertito al Lato Oscuro della Forza. Interessandosi al suggerimento di Vader, Palpatine chiede se Vader pensa di poterlo fare, e Vader replica che Luke si unirà al Lato Oscuro o sarà distrutto.

Il ritorno dello Jedi

In Il ritorno dello Jedi, Palpatine (ora interpretato da Ian McDiarmid) arriva sulla seconda Morte Nera per supervisionare le fasi finali della guerra tra il suo Impero e l'Alleanza Ribelle. È visto di nuovo parlare con Darth Vader. Quando Vader consegna suo figlio a Palpatine, l'Imperatore - intento a sostituire Vader con un apprendista più giovane e più potente - tenta il giovane Jedi verso il Lato Oscuro facendo appello alla sua paura per i suoi amici, dopo aver rivelato che stava conducendo l'Alleanza Ribelle in una trappola per spazzarli via una volta per tutte. Questo porta ad un duello con la spada laser in cui Luke sconfigge e quasi uccide Vader. Alla fine, Luke rifiuta di rivolgersi al Lato Oscuro, con l'intenzione di far risorgere l'Ordine Jedi che Palpatine ha distrutto alla fine delle Guerre dei Cloni, che fa arrabbiare Palpatine, che lo attacca con Fulmini della Forza, ignorando il pericolo come il generatore di scudi che protegge la Morte Nera II è stato distrutto dalla squadra d'attacco ribelle, permettendo a Lando Calrissian , Nien Nunb e Wedge Antilles di prepararsi ad attaccarlo. Vader, testimone della sofferenza di suo figlio, si rivolta contro il suo padrone, che era davvero il vero traditore e nemico della Repubblica Galattica che Mace Windu lo aveva avvertito di ritorno dalle Guerre dei Cloni, e si riscatta lanciando il malvagio Imperatore nel pozzo del reattore della Morte Nera alla sua morte, adempiendo la Profezia come il Prescelto, che l'Imperatore ha trascorso una vita cercando di prevenire. Con la morte di Palpatine, così come quella di Darth Vader, i Sith furono finalmente distrutti, e con la perdita dell'Imperatore e del suo braccio destro, anche l'Impero era finito.

Apparizioni televisive

Star Wars: The Clone Wars

Palpatine è uno dei personaggi ricorrenti e il vero antagonista principale nascosto della serie animata Star Wars: The Clone Wars.

Star Wars Rebels

Rebels - Palpatine

Palpatine in Star Wars Rebels.

Nella prima stagione, Palpatine fa una breve apparizione sulla trasmissione Holonet nell'episodio " Empire Day ", ma fa un'apparizione vocale nel film televisivo The Siege of Lothal della seconda stagione, doppiato da Sam Witwer , che originariamente forniva entrambe le voci di L'imperatore Palpatine e Galen Marek / Starkiller (apprendista di Darth Vader) nel 2008 nel videogioco Star Wars: The Force Unleashed e nel sequel del 2010 Star Wars: The Force Unleashed II.

Videogiochi

Star Wars: Force Arena

L'Imperatore Palpatine è un personaggio giocabile in Star Wars: Force Arena come una scheda di un leggendario caposquadra.

Altre apparizioni

Star Wars Weekends

Palpatine è stato un personaggio incontrabile durante l'evento Star Wars Weekends in Disney's Hollywood Studios al Walt Disney World Resort.

Le relazioni

Alleati e Subordinati

Darth Plagieus

Palpatine ha incontrato Magister Hugo Damask durante l'elezione di Bon Tapalo. Fu Hugo a persuadere Palpatine a uccidere la sua famiglia per liberarsi. Successivamente, Hugo ha rivelato di essere Darth Plagieus, il Signore Oscuro dei Sith e leader dell'Ordine dei Sith, e ha chiesto al ragazzo se gli piacerebbe diventare il suo apprendista. Palpatine accettò e fu ribattezzato Darth Sidious, e addestrato nei modi del lato oscuro della Forza dal suo padrone. Il finanziamento e il controllo di Damask Holdings da parte di Plagieus hanno reso possibile la maggior parte dei piani di Palpatine. Quando Plagieus fu ferito in un attacco di uno dei suoi nemici al Senato, Palpatine divenne il leader attivo dell'Ordine dei Sith. Alla vigilia di diventare Cancelliere Supremo, Palpatine uccise il suo padrone nel sonno e divenne il capo ufficiale dell'Ordine dei Sith.

Darth Maul

«Sei stato ben allenato, mio ​​giovane apprendista.»
―Palpatine a Maul


Palpatine rapì Maul da sua madre quando era un bambino. Dopo che Plagieus gli ha dato il permesso, Palpatine ha preso il Nightbrother come apprendista e ha addestrato il Dathormirian nei modi dei Sith. Lo ha maltrattato, tuttavia, semplicemente vedendolo come uno strumento che obbedirà a ogni suo comando. Quando Maul fu sconfitto e apparentemente ucciso da Obi-Wan Kenobi , Palpatine non sentì alcuna perdita e semplicemente sostituì Maul con un altro apprendista. Il suo ultimo atto di servizio a Sidious lo stava aiutando a diventare Cancelliere Supremo e ad aiutarlo a scoprire Anakin Skywalker.

Quando Maul riemerse con suo fratello Savage Opress, Palpatine vide la coppia come una fazione rivale e prese Maul prigioniero dopo aver ucciso Opress. Il Nightbrother più tardi fuggì e fuggì a Malachor per ottenere il Sith Holocron nel Tempio Sith lì. Sidious in seguito ebbe Darth Vader a inviare l' Ottavo Fratello per dare la caccia a lui e l'Olocron.

Conte Dooku/Darth Tyranus

Dopo la sconfitta di Maul su Naboo, Palpatine prese Dooku come secondo apprendista. Insieme, la coppia ha creato la crisi separatista che gli ha permesso di rimanere in carica dopo la scadenza del suo mandato e le Guerre dei Cloni che hanno costretto il Senato a votare i suoi poteri di emergenza. Gli alleati di Tyranus hanno anche creato i piani per la Prima Morte Nera. Ha anche permesso a Tirano di addestrare sia il Generale Grievous che Asajj Ventress . La goffaggine di Tyranus porta comunque i Jedi a scoprire che Dooku è Darth Tyranus e sui bio-chip che assicurano che alcuni dei Cloni siano stati rimossi e si permettano di disobbedire all'Ordine 66. Quando Anakin finalmente sconfisse Dooku, Palpatine ordinò ad Anakin di ucciderlo e Anakin obbedì. Alla fine, Dooku era semplicemente uno strumento usato da Palpatine per convertire Anakin in un Signore dei Sith.

Anakin Skywalker/Darth Vader

«Qual è il tuo ordine, mio ​​padrone?»
―Darth Vader ogni volta che è in presenza di Palpatine


Palpatine desiderava avere Anakin come suo apprendista dal primo giorno, sia per il fatto che il potenziale della Forza di Anakin era alto, sia perché vedeva molto del suo sé più giovane nel ragazzo permettendogli così di rendersi conto che il ragazzo era già metà Sith e non lo sapevo nemmeno Anakin ha idoleggiato Palpatine dall'inizio. Quando infine Anakin divenne Darth Vader, Palpatine finalmente scatenò la fase finale del grande piano di Darth Bane e disse a Yoda che Vader sarebbe stato più potente di entrambi. Dopo che Vader divenne un cyborg, la fede di Palpatine in Vader fu temporaneamente scossa a causa della percezione che Vader era ancora tra i mondi. Mandò Vader in molte commissioni per aiutarlo a completare la sua trasformazione iniziando con una missione a Murkana per eseguire i Clone Troopers che disobbedirono all'Ordine 66. La sua fede in Vader fu ripristinata quando Vader dimostrò che diventare un cyborg lo aveva rafforzato invece di indebolirlo durante la Sottomissione di Kashyyyk . La sua fede in Vader era forte fino al punto in cui permise a Vader di fondare e addestrare l'intera Inquisizione Imperiale. La sua fiducia in Vader lo ha fatto sottovalutare l'influenza positiva di Luke Skywalker su Vader e gli ha impedito di prendere sul serio la questione fino a quando non era troppo tardi.

Generale Grievous

Grevious era l'unico Sepratist oltre a Dooku e al Consiglio dei Sepretisti che conosceva il coinvolgimento di Sidious nelle Guerre dei Cloni. Tuttavia non sapeva che Sidious e Palpatine erano la stessa persona.

Wilhuff Tarkin

Come Vader, Tarkin era uno dei seguaci più fidati di Palpatine. Quando Palpatine ha usato i suoi poteri di emergenza per passare il Decreto sulla Governance di Settore, una legge che ha creato la posizione di Moff e Governatore Planetario, Tarkin è diventato il primo Moff. Dopo che Palpatine si è dichiarato Imperatore, Tarkin è diventato il primo Grand Moff e Palpatine gli ha affidato l'incarico dell'intero Orlo Esterno e la costruzione della Morte Nera.

Thrawn

Come Vader e Tarkin, Thrawn era uno dei seguaci più fedeli e mortali dell'Imperatore.

Gallius Rax

Palpatine ha incontrato Gallius Rax su Jakku durante gli eventi Star Wars: Aftermath , dove il ragazzo orfano era cresciuto. Dopo aver incontrato Rax, Palpatine gli offrì una scelta; lasciare che Palpatine lo uccidesse rapidamente o accettasse il destino che Palpatine aveva previsto per lui. Scegliendo quest'ultimo, Rax divenne il protetto di Palpatine e gli fu dato il compito di proteggere il sito di scavi archeologici che Palpatine aveva commissionato lì. Prima di andarsene, Palpatine dichiarò che lui e Rax sarebbero stati in prima linea gli uni con gli altri, poiché Palpatine dichiarò che anche un imperatore doveva avere amici. Come tale, Gallius Rax ebbe la netta distinzione di diventare una delle poche se non l'unica persona nella galassia a essere veramente considerata l'amica di Palpatine. La loro amicizia fu tale che alla fine portò anche la promozione di Rax all'Ammiraglio nella Marina Imperiale.

Nemici

Mace Windu

All'inizio, Mace ha rispettato Palpatine per non aver ceduto alla corruzione al Senato. Tuttavia, dopo che l'esistenza di Darth Sidious fu rivelata all'Ordine Jedi, Mace decise di tenere d'occhio il Senato e negli ultimi giorni delle Guerre dei Cloni, iniziò a rendersi conto che Palpatine non era quello che sembrava. Dopo che Palpatine fu rivelato essere l'Oscuro Signore dei Sith, Mace cercò di ucciderlo solo per essere fermato e letteralmente disarmato da Anakin, che permise a Palpatine di ucciderlo.

Yoda

Yoda andava d'accordo con Palpatine. Tuttavia, negli ultimi giorni delle Guerre dei Cloni, Yoda cominciò a rendersi conto che il Cancelliere non era quello che sembrava. Dopo l'esecuzione dell'Ordine 66, Yoda apprese che Palpatine era Darth Sidious, l'Oscuro Signore dei Sith che era dietro tutti i problemi che l'Ordine dei Sith aveva causato per tredici anni. Decise di uccidere il nuovo imperatore. Ha fallito ma è riuscito a ottenere una visione sui Sith Banite e la fuga. Palpatine non si prese mai la briga di cercarlo. Il suo non cercare Yoda si rivelò l'errore che lo avrebbe distrutto perché Yoda avrebbe continuato a formare Luke Skywalker , che portò all'evento che avrebbe annullato il grande piano di Darth Bane; il ritorno dei Cavalieri Jedi.

Obi-Wan Kenobi

Obi-Wan non pensò molto a Palpatine nemmeno dopo che l'esistenza di Darth Sidious fu rivelata, essendo stata la prima a rendersi conto che il Cancelliere era troppo bello per essere vero. Tuttavia, Obi-Wan iniziò ad allarmarsi per l'autorità sempre più dittatoriale di Palpatine. Queste intuizioni più tardi gli hanno salvato la vita. Dopo l'Esecuzione dell'Ordine 66 e la Dichiarazione di un Nuovo Ordine, Obi-Wan scoprì che Palpatine era l'Oscuro Signore dei Sith. Dopo che Obi-Wan andò in esilio, Palpatine, a differenza di Vader, non fece alcun tentativo di trovarlo a causa del fatto che non lo valeva. Questo si è rivelato un errore che sarebbe diventato la sua rovina.

Padmé Amidala

Come suo marito, Padmé ha visto Palpatine come un mentore e lo ha rispettato per non aver ceduto alla corruzione al Senato. Tuttavia, durante gli ultimi giorni delle Guerre dei Cloni, Padmé iniziò a rendersi conto che il Cancelliere Supremo era troppo bello per essere vero, e si unì alla Delegazione di duemila, un gruppo che si opponeva alla crescente autorità dittatoriale del Cancelliere. Durante uno di questi incontri, Padmé ricordò agli altri che Palpatine aveva una superiorità nel Senato dalla sua parte e arrivò persino a suggerire di rivolgersi all'Ordine Jedi per ottenere il suo sostegno. Gli altri, tuttavia, sentivano che era troppo estremo e, ingenuamente, credevano che la petizione di duemila lo avrebbe convinto a moderare le sue tattiche di stato di polizia e cercare una soluzione diplomatica alle Guerre dei Cloni poiché gli avrebbe mostrato quell'opposizione ai suoi metodi stava crescendo. Quando Palpatine dichiarò la nascita dell'Impero Galattico e si autoproclamò Imperatore, Padmé realizzò con orrore che Palpatine aveva usato la guerra per stabilire una monarchia con se stesso come monarca e avvertì Bail di non parlare contro di lui perché sapeva che era troppo presto. Fu sconvolta quando Obi-Wan le rivelò che il nuovo imperatore era Darth Sidious, l'Oscuro Signore dei Sith. I suoi gemelli avrebbero continuato a far cadere Palpatine.

Bail Organa

Bail Organa inizialmente supporta Palpatine. Ma poiché il Cancelliere Supremo usava sempre più i suoi poteri di emergenza per ammassare poteri dittatoriali, Bail si rese conto che il Cancelliere non era quello che sembrava. Quando Palpatine si è dichiarato Imperatore, Bail ha voluto protestare ma è stato fermato da Padmé. Padmé lo consigliò di essere paziente, dicendogli che Palpatine aveva il governo nelle sue mani e la gente dalla sua parte che condannava qualsiasi ribellione in questa fase al fallimento e sarebbe stata usata dal nuovo imperatore per distruggere il Senato e ciò che restava del la burocrazia era stato costretto a preservare per mantenere il controllo della galassia. Bail sapeva che aveva ragione. In seguito, è venuto da Yoda e Obi-Wan Kenobi che Palpatine era un Signore dei Sith. Quando i tentativi della coppia di distruggere i Sith fallirono, li aiutò a fuggire in esilio. Dopo la morte di Padme, ha preso Leia e l'ha cresciuta come sua. Successivamente, Bail reclutò Ahsoka Tano e le fece fondare la Rete dei ribelli, una raccolta di cellule ribelli, per minare Palpatine fino a quando non fu il momento di aprire la ribellione.

Ahsoka Tano

Come il suo allora mentore Anakin Skywalker, Ahsoka inizialmente rispettò Palpatine, ma i due divennero nemici dopo che lei lasciò l'Ordine Jedi; dopo che Palpatine si è dichiarato imperatore, Ahsoka ha aiutato Bail Organa a creare la rete ribelle .

Mon Mothma

Come Padme e Bail, Mon inizialmente rispettava Palpatine per non aver ceduto alla corruzione che affliggeva il Senato Galattico e la burocrazia della Repubblica. Tuttavia questo rispetto è andato in frantumi quando il Cancelliere di Surpreme ha usato i poteri di emergenza a lui concessi durante le Guerre dei Cloni per ottenere poteri sempre più dittatoriali. Mon si unì alla delegazione di duemila per redigere una petizione per chiedere la fine delle Guerre dei Cloni e delle sue tattiche di stato di polizia. Quando il Cancelliere si dichiarò Imperatore, Mon, come Bail, promise di dedicare la sua vita a restaurare la Repubblica e la democrazia che il nuovo imperatore distrusse. Quando la Rebel Network Bail creata divenne l'Alleanza Ribelle, Mon divenne il suo leader. Quando apprese della Morte Nera II e di come Palpatine sarebbe stata a bordo durante il suo completamento, Mon approvò gli ordini di attacco a causa di vederlo come un'occasione per rovesciarlo definitivamente. Quando l'Alleanza Ribelle vinse la Battaglia di Endor e divenne la Nuova Repubblica Galattica, Mon divenne il suo primo Cancelliere. Il Cancelliere Mon si dedicò ad assicurare che la Nuova Repubblica non si fosse mai successa alla stessa incredibile corruzione e pericolosa compiacenza che rese possibile la Nascita dell'Impero Galattico e dopo che fu firmata la Concordanza Galattica, cedette i poteri d'emergenza che le furono concessi e passò il Disarmo Militare Atto. Ha anche permesso a Leia Organa di creare e guidare la Resistenza per tenere sotto controllo il Primo Ordine .

Leia Organa

Diversamente da suo padre, Anakin Skywalker, Leia odiava Palpatine sin dalla tenera età; La cauzione la sollevò per dedicarsi a rovesciare l'imperatore e ripristinare la Repubblica che aveva distrutto. Le ha anche insegnato a mantenere questi sentimenti per sé, così Alderaan non si sarebbe messo nei guai. Quando Leia fu scoperta per essere una ribelle, Palpatine usò la sua fedeltà come pretesto per fare ciò che aveva sempre desiderato; per dissolvere definitivamente il Senato Imperiale e distruggere ciò che rimaneva della burocrazia della Vecchia Repubblica e farsi un monarca assoluto.

Luke Skywalker

«La tua eccessiva sicurezza è la tua debolezza.»
―Luke Skywalker a Palpatine


Diversamente da suo padre Anakin Skywalker, Luke odiava Palpatine fin dalla tenera età; quando l'esistenza di Luke fu scoperta, Palpatine sostenne la decisione di Vader di convertirlo in un Signore dei Sith. Palpatine cercò di portare Luke dalla sua parte nello stesso modo in cui aveva portato Anakin, ma Luke lo vide e rifiutò. Irritato, Palpatine cercò di ucciderlo, ma Vader divenne di nuovo Anakin e lo uccise.

Galleria

Per approfondire, vedi la voce Palpatine/Gallery.

Curiosità

  • Palpatine è spesso considerato uno dei cattivi più cattivi del cinema mai creato.
    • Sin dalla prima apparizione teatrale di Il ritorno dello Jedi, Palpatine è diventato un simbolo del male e del sinistro inganno nella cultura popolare. La gente ha paragonato la sua leadership corrotta a molti dittatori nel corso della storia e il suo aspetto a quello di Benedict Arnold.
  • Lo storico del cinema Robin Wood ha paragonato l'aspetto di Palpatine a quello della forma stregata della Regina Cattiva in Biancaneve e i sette nani. Per coincidenza, entrambe le loro apparizioni sfigurate avevano qualche relazione con il fulmine che hanno evocato (la Regina ha aggiunto un fulmine a una pozione come parte di un ingrediente per creare un travestimento per se stessa e il corpo di Palpatine è finito sfigurato come risultato diretto di Mace Windu che reindirizza la sua Forza Un fulmine a Palpatine quando tentò di farlo esplodere con esso, sebbene fosse pesantemente sottinteso con quest'ultimo, almeno nel vecchio Universo Espanso, che le deturpazioni erano in realtà la sua vera forma esposta).
  • Contrariamente alla credenza popolare, Palpatine non è stato chiamato per nome fino a La minaccia Fantasma. Il suo nome proviene da materiali supplementari come il dizionario visivo della trilogia originale, la sceneggiatura e le romanzi.
  • La sconfitta di Palpatine e la morte per mano di Vader sono state citate in Toy Story 3, dove Big Baby ha catturato Lotso dopo un abuso di troppo e lo ha gettato nella spazzatura. Al momento del rilascio del film, la Disney non aveva ancora acquisito i diritti di Star Wars , sebbene molti dei film Disney/Pixar, inclusi tutti i film di Toy Story, includessero riferimenti ad aspetti del franchise di Star Wars.
  • L'attuale doppiatore di Palpatine per Star Wars Rebels, Sam Witwer, lo aveva precedentemente doppiato in Star Wars: The Force Unleashed.
  • Il personaggio di Palpatine è considerato uno dei più grandi cattivi cinematografici di tutti i tempi da quando i film pubblicati e Ian McDiarmid hanno ricevuto il plauso della critica per la sua interpretazione e considerato il personaggio di Star Wars più spaventoso.
  • L'ispirazione principale di Palpatine era stata Richard Milhous Nixon.
  • L'Imperatore usa un bastone perché finge di essere debole, non perché ne abbia bisogno.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.