Disney Wiki
Advertisement

20100819 2929292929 iOS.png

Le Parche sono rappresentate come orribili vecchie, e all'inizio del film sono le aiutanti di Ade. Esse possiedono un paio di forbici per tagliare il filo della vita e conoscono ogni cosa (passato, presente e futuro) così bene che riescono ad anticipare le frasi di Ade, mandando questi fuori dai gangheri.

  • Clotho: è "colei che fila il filo" ossia che determina la nascita dei mortali e degli dei. Per questo motivo non ha alcun ruolo nel momento in cui bisogna tagliare i fili della vita, eccetto posizionare l'occhio sul mortale da uccidere. Ha l'aspetto di una vecchia col volto scheletrico, il mento lunghissimo e la pelle verde e come le sorelle indossa un abito nero e ha un unico occhio che condivide con le altre. È più alta di Atropo ma più bassa di Lachesi. Ha un debole per Ade ed è lei a convincere le sorelle a rivelargli la profezia, nonostante dovrebbero essere imparziali.
  • Lachesi: è "colei che tesse il filo", ossia che determina lo svolgersi della vita degli dei e dei mortali; per questo al momento della morte tende il filo ad Atropo cosicché possa tagliarlo. Ha l'aspetto di una vecchia col naso lunghissimo e la pelle azzurra, e come le sorelle indossa un abito nero e ha un solo occhio che si spartisce con le altre due. È la Parca più alta, nonché quella più ligia al dovere (è l'unica che vorrebbe rifiutarsi di rivelare la profezia ad Ade per via della loro natura imparziale). Nel film aiuta Atropo a tagliare il filo di Meg e anche quello di Ercole, nonostante poi l'eroe diventi un dio.
  • Atropo: è "colei che taglia il filo", ossia che determina la morte dei mortali (non degli dei per ovvie ragioni); durante la morte di questi usa due forbici per tagliare il filo tessuto da Lachesi. È la più bassa delle tre sorelle e ha la pelle viola, tendente al grigio, e a differenza delle altre due ha una sola cavità oculare dove mette l'occhio quando le sorelle non lo usano. Nel film taglia il filo di Meg e poi cerca anche di tagliare quello di Ercole, ma all'ultimo momento l'eroe diventa un dio e il filo diventa d'oro e indistruttibile.
Advertisement